La lettura di una bolletta del consumo energetico. Presa ad esempio quella ENEL SpA

Le fatture, o come le chiamava mia nonna Bollette, da parte dell’azienda di distribuzione della energia elettrica sono, per ricordi antichi e difficili da modificare, legate esclusivamente a quelle emesse dalla ENEL Spa. Questo dato è molto più impegnativo nel caso di utenze residenziali dove la presenza di realtà concorrenti nate dalla liberalizzazione del mercato energetico sono ancora risibili.

Ma come si legge una “Bolletta” Enel? è questa la domanda che ci si pone, quando ad esempio chiediamo ai nostri interlocutori di indicarci il consumo energetico annuo, espresso in termini monetari. Bene! allora diamo una semplice spiegazione delle parti più interessenti di una bolletta enel presa cosi a caso, tralasciando la parte indicativa il cliente ed i suoi dati e ricordando solamente, dalla prima pagina, i dati di consumo generale (che rappresenta il totale da pagare ed, alle volte specie per i contratDati consumiti non residenziali, i dati di riferimento puntuale della lettura (il riepilogo) che hanno portato alla quantificazione inserita alla voce “DATI CONSUMI”.

riepilogo lettura

 

 

 

 

Passiamo alla seconda pagina, con una premessa: se l’ultima bolletta si riferisce al periodo “ottobre-dicembre 2008” (ad esempio)  i corrispettivi di energia elettrica da prendere in considerazione saranno quelli del 4° trimestre 2008, questo è valido per ogni fine/inizio anno.

I costi si differenziano in base alla tipologia di contratto, perciò tenete a mente la vostra potenza in kW e il fattore “residente”/”non residente”.

QUOTA FISSA: è un corrispettivo fisso annuo che ogni cliente deve pagare, misurato in €/anno. Per il cliente “residente” con potenza contrattuale ≤3kW (tariffa D2) sarà di 4,1273€/anno, mentre per il cliente con potenza superiore a 3kW e per il cliente “non residente” indipendentemente dalla potenza installata (tariffa D3) sarà di 36,1107€/anno. Sotto la voce “Corrispettivi unitari euro” viene calcolato il valore della quota fissa al mese. Perciò i primi si ritroveranno 0,3439€/mese mentre i secondi 3,009 €/mese. Ma Enel calcola il costo della quota fissa per giorno: perciò divideremo il costo annuo della quota fissa per 365 giorni e infine moltiplicheremo i giorni indicati sotto la voce “Quantità” per la quota fissa allo spuntar del sole (facile a questo punto verificare la vostra bolletta) .

QUOTA POTENZA: è un corrispettivo fisso annuo corrispondente alla propria potenza contrattuale, misurato in €/kW/anno. Ancora una volta il cliente “residente” con potenza contrattuale ≤3kW (tariffa D2) pagherà 4,4981€/kW/anno mentre il cliente con potenza superiore a 3kW e il cliente “non residente” (tariffa D3) pagheranno 13,8156/kW/anno. Ancora una volta dovremo calcolare il costo della quota potenza al mese e infine al giorno. Infine moltiplicheremo il costo della potenza allo spuntar del sole per la propria potenza contrattuale (3kW oppure 4,5kW). Anche in questo caso è facile farsi il conto. Andiamo adesso alla parte che più interessa il conto finale da pagare: la quantità di energia consumata, la quota energia

QUOTA ENERGIA: rappresenta la somma dei costi dei corrispettivi di energia elettrica in kWh, fissati trimestralmente dall’Autorità.

1. Se siete rimasti nel mercato regolato troverete un’unica voce: se siete cliente con “tariffa D2″ sotto la voce “Corrispettivi unitari euro” troverete i costi definiti.  I costi dei corrispettivi sono strutturati in 6 scaglioni di consumo “a riempimento”. Invece il valore indicato sarà 0,18489 €/kWh se siete cliente con tariffa D3, senza scaglioni di consumo. Dovrete moltiplicare i consumi in kWh indicati sotto la voce “Quantità” per il costo indicato sotto la voce “Corrispettivi unitari euro”. I consumi a riempimento sono indicati da queste fasce;  il riempimento consiste nel fatto che aumentando i consumi “riempiamo” la fascia iniziale in cui siamo inseriti e passiamo alla fascia successiva, e cosi via, passando di conseguanza da un costo maggiore per ogni kWh incluso.

comunicazioni fornitura

Mi scuso con la qualità della scanzione. Le fasce sono 8, denominate progressivamente da F1 a F8; ed ogni fasci corrisponde, per metafora,  un secchio con precisa capienza (kWh consumati) che man mano lo riempiamo, lo mettiamo da parte e partiamo con il secchio successivo.

2. Se siete passati al mercato libero e avete scelto un’offerta con il prezzo fisso troverete il nome dell’offerta e il costo della PE in €/kWh, ovvero dell’offerta così come presentata da Enel. Il calcolo sarà semplice: dovrete moltiplicare i consumi in kWh indicati sotto la voce “Quantità” per il costo indicato sotto la voce “Corrispettivi unitari euro”. In questo caso, solo in questo caso, la nostra bolletta prevederà anche la voce “perdite energie”.

Alla fine troverete le voci “imposte erariali” e le “addizionali enti locali”. Anche in questo caso la lettura è molto complessa. Nel caso delle imposte, ad esempio, per i clienti con una potenza ≤3kW il calcolo delle imposte è secondo questo schema, fino a un consumo annuo di 1800kWh si è esenti dal pagarle, per un consumo tra i 1800kWh e i 4440kWh esistono formule incomprensibili, mentre per i consumi superiori ai 4440kWh bisognerà fare una semplice moltiplicazione: consumi totali kWh x imposta erariale+addizionale locale.  Per i clienti con una potenza contrattuale superiore a 3kW e “non residente” sarà sufficiente moltiplicare il consumo annuo kWh x imposta erariale + addizionale locale.

Alla fine, come se non bastasse, dovremmo aggiungere l’IVA al 10%

In conclusione, ed in sintesi, cosa si  può dire? certamente la bolletta ENEL è di facile lettura (il totale energia da pagare è immediato ed anche la voce dei costi utilizzati è chiara) ma, l’interpretazione dei singoli costi e delle singole voci è assolutamente criptata. Difficile fare una verifica a casa con la calcolatrice e unico presupposto è la fiducia verso il gestore.

L’unica cosa certa è chiara è quella legata al consumo: più si consuma più si paga.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: