Piano Energetico Ambientale Regione Siciliana (PEARS): pubblichiamo la delibera di giunta

E’ stato approvato, ieri, dalla giunta regionale il Piano Energetico Ambientale Regione Siciliana (PEARS), lo strumento cardine per ogni previsione economica, finanziaria e produttiva del settore energetico e della intera filiera in Sicilia. Strumento che arriva in ritardo e che speriamo sia operativo al più presto. Stiamo analizzando i dettagli e posteremo quanto prima le nostre considerazioni.

Aggiornamento 6 febbraio ore 11.30 Pubblichiamo la delibera da parte della Giunta Regionale di Approvazione del PEARS, non prima di avervi però sintetizzato alcuni aspetti.
All’interno del Pears (Piano Energetico Ambientale Regione Siciliana), ruolo primario e’ stato attribuito allo sviluppo delle fonti rinnovabili ed alla promozione del risparmio energetico in tutti i settori: la diversificazione delle fonti energetiche; la promozione di filiere produttive di tecnologie innovative; la promozione di clean technologies nelle industrie ad elevata intensita’ energetica; la valorizzazione delle risorse endogene; il potenziamento e l’ambientalizzazione delle infrastrutture energetiche; il completamento della rete metanifera, e il potenziamento dell’idrogeno. Interventi infrastrutturali di particolare rilievo vengono considerati il raddoppio dell’elettrodotto Sicilia-Continente, la realizzazione della rete ad altissima tensione, e la realizzazione di due rigassificatori, uno gia’ approvato ed il secondo in istruttoria. Il Pears contiene oltre 60 piani di azione volti a risolvere le principali emergenze ambientali ed energetiche al fine di ridurre i consumi di energia da fonti inquinanti per incrementare fonti che limitano l’immissione di gas climalteranti e di sostanze tossiche.
Il Piano, pur non contenendo divieti, perche’ cio’ sarebbe in contrasto con le normative comunitarie e nazionali, offre infine una serie di strumenti politico-organizzativi per il perseguimento degli obiettivi, tra i quali la sottoscrizione di “accordi volontari” tra P.A. E operatori in occasione del rilascio di autorizzazioni.
Cio’ che la Regione siciliana auspica sul piano dell’attuazione riguarda “la serieta’ delle iniziative e l’affidabilita’ dei soggetti proponenti”, per tale motivo sono stati inseriti anche una serie di precisi paletti che servono a verificare e garantire la capacita’ economica delle imprese alla conduzione del progetto, l’innovazione tecnologica del progetto, la certificazione ambientale e la prestazione di misure compensative a favore dei territori ove devono essere ubicati gli impianti.
Compensazioni finanziarie a favore della Regione Siciliana saranno utilizzate per interventi nel settore socio-sanitario. Prevista anche La realizzazione di un polo industriale mediterraneo per la ricerca, lo sviluppo e la produzione di tecnologie per lo sfruttamento dell’energia solare (fotovoltaico, solare ad alta temperatura).
Nel piano energetico, inoltre si fa particolare riferimento alla valorizzazione dell’uso del vettore idrogeno; al recupero del freddo nei processi di rigassificazione del gas naturale liquido; alla ricerca e lo sviluppo relativi all’impiego di biocarburanti; alla sicurezza degli impianti per lo sfruttamento della fissione nucleare con nuove e piu’ sicure tecnologie per la risoluzione dei problemi relativi allo smaltimento e custodia sicura delle scorie (reattori di quarta generazione definiti a sicurezza intrinseca). Sotto il profilo dell’incentivazione economica, si registrano notevoli entita’ di risorse finanziarie destinate alla Sicilia per il periodo 2007-2013 da parte dell’Ue.
La programmazione comunitaria intende favorire la produzione di energia da fonti rinnovabili mediante l’attivazione di filiere produttive di tecnologie energetiche, agroenergetiche e biocarburanti anche attraverso il finanziamento di progetti pilota a carattere innovativo, specie nei settori del solare termico, solare fotovoltaico, biomasse, mobilita’ sostenibile, azioni di sostegno alla produzione da fonti rinnovabili.
Un’altra linea di intervento riguarda l’efficienza energetica negli usi finali, i cui beneficiari saranno gli enti pubblici. Ma anche l’efficienza energetica nei settori dell’industria, dei trasporti e dell’edilizia socio-sanitaria a favore di imprese, enti pubblici, centri di ricerca pubblici o privati. Una ulteriore linea di intervento riguarda il completamento della rete metanifera.
Scaricate il documento da qui

Annunci

7 Risposte

  1. Visto che il link al documento non è valido vorrei riportare un link funzionante: http://www.edilnotizie.it/2009/02/piano_energetico_sicilia_scarica_testopdf/
    Complimenti per il sito…molto bello e funzionale!

    • @ Fabio
      Grazie per i complimenti e linko direttamente all’indirizzo che mi hai dato. Ti posso assicurare che sino a poco tempo fà funzionava. Se il primo che segnala il problema, speriamo che gli altri non lo hanno subito.

  2. […] l’approvazione del Piano energetico ambientale (Pears), la giunta regionale mette la Sicilia all’avanguardia: ciascun siciliano potrà produrre d’ora […]

  3. Oggi le mie orecchie, stanche di ascolatare la disinformazione e l’uso improprio delle fonti energetiche da rinnovabile , hanno avuto un sussulto, ascoltando il Presidente della Regione Sicilia .
    Oggi il presidente ha illustrato a grandi linee il PEARS, e modestamente credo sia il migliore d’Italia, vicino alla questione ambientale pura e attento agli aspetti economici indotti, ci sono voluti 17 anni ma oggi l’abbiamo e pure buono, complementi sinceri.
    Meno interessante il sermone di “padre” Jeremy Rifkin, che ha preso da lontanissimo la questione riconducendola, prendendosi l’applauso finale , al fatto che la Sicilia ha grandi potenziali, come se non si capiva da soli, o forse e meglio che lo dica un americano ? si è meglio ! chiuque lo dica, tutto sommato, va bene!.

  4. […] dalla programmazione Comunitaria”. Le iniziative agevolabili devono essere coerenti con il Piano Enertico regionale e prevedono l’istallazione di impianti solari termici, impianti di solar cooling, impianti solari […]

  5. […] ad esempio quella ENEL SpADa mercoledì 1 Luglio torna l'Attestato di Qualificazione EnergeticaPiano Energetico Ambientale Regione Siciliana (PEARS): pubblichiamo la delibera di giuntaIl costo del fotovoltaico è in ribasso? anche i nostri preventiviIl prospetto della nostra sede […]

  6. […] più letti La lettura di una bolletta del consumo energetico. Presa ad esempio quella ENEL SpAPiano Energetico Ambientale Regione Siciliana (PEARS): pubblichiamo la delibera di giuntaIl nuovo Conto Energia: la bozzaImpianti fotovoltaici nel comune di Flussio in SardegnaIl Piano […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: