Cambiano le regole nei pagamenti degli incentivi GSE

P1070319 - CopiaCambiano regole e tempistiche dei pagamenti degli incentivi per gli impianti fotovoltaici dal GSE.

Con questo articolo Medielettra vuole fare un po’ di luce su tali novità e fornire ai propri clienti, o a chiunque dovesse visitare questa pagina, degli utili approfondimenti in merito.

Le modalità operative per l’erogazione degli incentivi per il fotovoltaico sono definite nel DM 16 ottobre 2014 in attuazione dell’art. 26, comma 2, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazione, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116 (Legge di Competitività).

Nel DM leggiamo che dal 2015 il GSE “eroga le tariffe incentivanti con rate mensili costanti, in misura pari al 90 per cento della producibilità media annua stimata di ciascun impianto, nell’anno solare di produzione, ed effettua il conguaglio, in relazione alla produzione effettiva, entro il 30 giugno dell’anno successivo”.

La producibilità media annua è stimata sulla base del numero totale di ore di produzione dell’impianto riferite all’anno precedente, qualora siano disponibili le misure valide relative a tutti i mesi dell’anno precedente, oppure del numero di ore annue medie, definite in funzione della regione in cui è localizzato l’impianto, qualora non siano disponibili le misure valide riferite a tutti i mesi dell’anno precedente.

Ovvero come chiarito direttamente dal GSE interpellato da Medielettra, laddove possibile, la rata mensile in acconto è calcolata sulla base della produzione media mensile dell’anno precedente (produzione totale diviso dodici) oppure, se non tutte le misure mensili sono disponibili, la produzione media mensile è calcolata sulla base di dati regionali.

In ogni caso, entro il mese di giugno dell’anno successivo viene fatto il conguaglio dei pagamenti.

In parole povere, le rate mensili del 2015 sono calcolate sulla base della produzione media mensile del 2014 e il conguaglio, in base alla produzione reale del 2015, avverrà entro il 30 giugno del 2016.

Pur parlandosi di rate mensili, va chiarito, i pagamenti degli incentivi non avvengono ogni mese, ma con le seguenti regole.

I pagamenti in acconto sono effettuati, superata una soglia di importo pari a 100 € (non più 50 €), con cadenza:

  •  quadrimestrale per gli impianti di potenza fino a 3 kW;
  • trimestrale per gli impianti di potenza superiore a 3 kW e fino a 6 kW;
  • bimestrale per gli impianti di potenza superiore a 6 kW e fino a 20 kW;
  • mensile per gli impianti di potenza superiore a 20 kW.

I pagamenti in acconto sono eseguiti alla fine del secondo mese successivo a quello del periodo di competenza, ovvero secondo il seguente calendario:

  • per gli impianti di potenza fino a 3 kW:TAB1
  • per gli impianti di potenza superiore a 3 kW e fino a 6 kW:TAB2
  • per gli impianti di potenza superiore a 6 kW e fino a 20 kW:TAB3
  • per gli impianti di potenza superiore a 20 kW la scadenza dei pagamenti coincide con l’ultimo giorno del secondo mese successivo a quello di competenza.

Nel caso in cui la scadenza del pagamento ricada in un giorno festivo, la valuta del pagamento coincide con il giorno lavorativo immediatamente successivo.

Il pagamento del conguaglio viene effettuato, superata la soglia di 100 €, con riferimento alle competenze degli anni precedenti, entro 60 giorni dal mese di ricezione delle misure (relative alla produzione di energia nell’anno precedente rispetto all’anno di erogazione del conguaglio) e, comunque, entro il 30 giugno di ogni anno.

Nel caso in cui non sia raggiunta la soglia di 100 €, il conguaglio viene erogato dal GSE contestualmente al successivo acconto previsto (qualora la somma degli importi spettanti sia superiore alla soglia prevista).

In caso di conguaglio negativo, il GSE avvia tutte le azioni necessarie al recupero degli importi non dovuti e alla corretta imputazione dei successivi acconti.

Il provvedimento riguarda gli impianti fotovoltaici incentivati con tutti i Conti Energia (I, II, III, IV e V). Eventuali disallineamenti dalla tempistica illustrata potranno dipendere dai tempi di adeguamento dei sistemi informatici.

2 Risposte

  1. […] Ai pagamenti dilazionati nel tempo e alla riduzione degli incentivi per gli impianti oltre i 200 kW, il GSE (Gestore Servizi Energetici) aggiunge ora anche la richiesta di restituzione della rivalutazione ISTAT degli incentivi del 1° Conto Energia fotovoltaico. […]

  2. […] Cambiano le regole nei pagamenti degli incentivi GSE […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: