Come tagliare gli oneri generali di sistema con il fotovoltaico

P1080167bisIn bolletta, oltre a servizi di vendita (materia prima, commercializzazione e vendita), servizi di rete (trasporto, distribuzione, gestione contatore) e imposte, paghiamo alcune voci a copertura dei costi per attività di interesse generale per il sistema elettrico nazionale: gli oneri generali di sistema, introdotti da specifici provvedimenti normativi. Negli ultimi anni, tali oneri hanno rappresentato una quota crescente e sempre più significativa della spesa totale annua di energia elettrica.

Grazie alla qualifica SEU o SEESEU, rilasciata dal GSE, è possibile avere condizioni tariffarie agevolate sull’energia elettrica consumata e non prelevata dalla rete, limitatamente alle parti variabili degli oneri generali di sistema, come previsto dal D.lgs 115/08 e dall’art. 25-bis del decreto legge 91/14 convertito con legge 116/14.

Gli impianti in Scambio sul Posto (SSP) sono esonerati al 100%, mentre gli altri, se qualificati come SEU, pagano il 5% degli oneri di sistema sulla quota di autoconsumo.

I SEU (Sistemi efficienti di Utenza) sono sistemi a fonte rinnovabile o di cogenerazione ad alto rendimento con potenza fino a 20 MW, gestiti da un solo produttore, anche diverso dal cliente finale, connessi con collegamento privato all’unità di consumo di un solo cliente finale (persona fisica o giuridica) e realizzati in un’area di proprietà o nella piena disponibilità del cliente.

SEU

Oltre ai SEU sono stati definiti i SEESEU, Sistemi esistenti equivalenti ai sistemi efficienti di utenza, impianti di auto-produzione anche non alimentati esclusivamente a fonti rinnovabili e di potenza anche superiore a 20 MW.

SEESEU-A SEESEU-B SEESEU-C

Come detto, la qualifica di SEU/SEESEU è rilasciata dal GSE.

Questa è automatica solo per gli impianti in SSP. Quelli incentivati con il Quinto Conto Energia, non essendo in SSP, devono richiedere la qualifica, anche se di potenza inferiore ai 20 kW. I sistemi che otterranno la qualifica come SEU/SEESEU saranno tenuti a versare un corrispettivo ridotto a copertura degli oneri di sistema, in misura pari al 5% dei corrispondenti importi dovuti sull’energia autoconsumata.

→ Gli impianti in SSP al 1° gennaio 2014, ottengono in automatico la qualifica  dal GSE (proprio in questi giorni stanno pervenendo le comunicazioni ai produttori).

→ Gli impianti non in regime di SSP (per esempi quelli incentivati con il Quinto Conto Energia), quelli non in SSP nell’anno 2014 o per una parte di esso, possono ottenere la qualifica con specifica richiesta trasmessa attraverso il Portale informatico del GSE, corredata da documentazione, apposita modulistica e relazione tecnica.

→ I nuovi impianti con potenza fino a 200 kW che accedono al meccanismo dello SSP, ottengono automaticamente la qualifica SEU/SEESEU da parte del GSE.

Di seguito uno schema esplicativo del risparmio annuo prevedibile grazie alla qualifica SEU/SEESEU.

confronto oneri SEU

  • Se la richiesta è presentata entro il 30 settembre 2015, la qualifica è riconosciuta dal 1° gennaio 2014 o dalla data di entrata in esercizio se successiva.
  • Se la richiesta è presentata dopo il 30 settembre la qualifica parte dal 1° giorno del mese successivo alla data di invio della richiesta. Dunque si pagheranno completamente gli oneri generali di sistema del 2014 e di almeno metà del 2015.

Per quelli che entreranno in esercizio nel 2015 la richiesta di qualifica può essere fatta all’atto della richiesta dello SSP.

tempistica SEU

il Soggetto Referente è tenuto a corrispondere al GSE, per ogni richiesta di qualifica SEU/SEESEU, un contributo per le spese di istruttoria, dipendente dalla tipologia di fonte (solare o altro) e dalla tipologia di qualifica richiesta (qualifica relativa a sistemi semplici o a sistemi complessi), secondo il seguente schema:

Corrispettivo SEU GSE

  • Con il termine “Altro” si intende un sistema che contiene almeno un impianto di produzione con fonte diversa da quella solare.
  • Con la formula “Qualifica Semplice” la qualifica di un sistema costituito da un unico impianto di produzione.
  • Con la formula “Qualifica Complessa” la qualifica di un sistema costituito da più impianti di produzione.

Ferma restando la differenza tra tipologia di fonte (solare o altro), per gli impianti superiori ai 20 kW il costo della richiesta varia dai 250 ai 550 €. Fino a 3 kW la richiesta di qualifica è gratuita, dai 3 ai 20 costa 50 €. Inoltre, a ogni modifica apportata al sistema già qualificato come SEU/SEESEU (sia per le modifiche impiantistiche sia per quelle amministrativo-commerciali) sarà applicato un onere, pari alla metà dei corrispettivi riportati nella tabella precedente, per la comunicazione della modifica al GSE: ad esempio 25 € per gli impianti tra 3 e 20 kW.

Medielettra fornisce assistenza per l’ottenimento della qualifica SEU/SEESEU: predispone la documentazione tecnica e amministrativa richiesta dal GSE e cura la trasmissione telematica della pratica per il cliente produttore.

Per saperne di più contatta i nostri uffici al n° 091.941804 o scrivi a info@medielettra.it

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: