Il MIT premia la batteria del futuro: “solare” ed economica

Hybrid-Ion-258Il Lemelson-MIT Program è un riconoscimento, di ben 500mila dollari, che il Massachusetts Institute of Technology assegna agli inventori capaci di ispirare le nuove generazioni.

Quest’anno il premio è stato conferito a Jay Whitacre, professore universitario e fondatore di Aquion, un’azienda capace di sviluppare una batteria innovativa (Aqueous Hybrid Ion) che di certo rivoluzionerà l’attuale settore dell’energia.

La batteria infatti è capace di sfruttare l’energia solare 24 ore su 24.

Nel 2014, Aquion riempì le pagine dei giornali di tutto il mondo per aver raccolto 55 milioni di dollari da fondi di venture capital. Una notizia che diede grande visibilità al progetto, che tra investitori ebbe anche Bill Gates, e che permise all’azienda e al suo fondatore di portare avanti la propria scoperta.

La batteria di Aquion fa della semplicità di funzionamento la sua prerogativa, avendo sviluppato un sistema molto poco costoso per immagazzinare l’energia proveniente dal sole o dal vento per poi utilizzarla quando se ne ha più bisogno, anche di notte o con il cielo nuvoloso.

“È una soluzione estremamente economica visto che verrà a costare quanto una batteria a piombo-acido con la capacità di durare il doppio e di inquinare molto meno”, afferma il suo inventore che specifica come non utilizzando piombo (elemento notoriamente tossico) e servendosi come elettrolito di ioni di sodio dell’acqua salata si generi un sistema di azione “pulito”.

La carica si muove, attraverso il liquido, dagli elettroliti positivi, basati sull’ossido di magnese, a quelli negativi, basati sul carbonio. Funziona in maniera simile alla batteria agli ioni di litio (che comporta però l’utilizzo di elettrodi costosi e infiammabili). Un’alternativa, a basso costo, per l’immagazzinamento dell’energia su larga scala.

La batteria dunque è in grado di ottenere elettricità da fonti rinnovabili sempre e ovunque rinunciando a generatori e accumulatori molto più inquinanti.

I primi test hanno già dato segnali positivi, come nelle Hawaii dove Acqueos Hybrid Ion ha supportato, senza sosta, una piccola rete elettrica che ha alimentato una schiera di pannelli solari per dare energia a 40 abitazioni di medie dimensioni.

E lo stesso è avvenuto in altre parti del mondo: California, Australia e Germania.

Medielettra monitorerà le novità sul progetto per assicurarsi la più rapida possibilità di impiego!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: