5 giugno 2012: Giornata Mondiale dell’Ambiente

Oggi 5 giugno è la Giornata Mondiale dell’Ambiente (World Environment Day o WED), una ricorrenza proclamata nel 1972 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Nel corso degli anni la Giornata Mondiale dell’Ambiente è diventata il principale veicolo attraverso cui stimolare a livello mondiale la conoscenza dell’ambiente e delle sue problematiche e incoraggiare l’attenzione e l’azione politica e sociale, sia tra gli individui che tra le aziende. Ancora oggi rappresenta un’importante ricorrenza che invita tutti ad una riflessione sul modo di approcciarsi all’ambiente.

Continua a leggere

Annunci

Alcune considerazioni sul PEARS

Dopo una lettura del PEARS, ne abbiamo parlato qui, ho estrapolato alcuni punti del Piano su cui, personalmente, ritengo occorre riflettere. Nelle premesse, ad esempio, (in quanto premesse dovrebbero introdurre a scelte operative concrete al raggiungimento delle stesse) si fa riferimento alla “promozione di una politica di risparmio energetica nell’ediliza“, ma nella parte operativa, al punto 31, si parla solo di promuovere, anche favorendo disposizioni nei regolamenti edilizi, l’utilizzazione di materiali … etc, etc. Quindi niente di concreto e devo dire che l’edilizia locale rimane ancora legata a tecniche costruttive vecchie di trent’anni. Mentre più interessante è la parte legata agli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, come ad esempio, quando si fà riferimento alla previa attestazione sulla concreta disponibilità del tempestivo allaccio o, come al punto 3, dell’obbligo di acquisire in Conferenza di servizi della comunicazione resa da parte del gestore che la capacità ricettiva della rete consente l’immissione dei nuovi watts richiesti. Resta la conferma che gli impianti minori non sono soggetti al procedimento regionale di autorizzazione, cosa oramai scontata, mentre è molto interessante tutta la parte legata, per cosi dire, alla sostenibilità, quindi impianti sui terreni agricoli (punto 20 e punto 21) e le agevolazioni all’inseguimento solare nel caso di impianti presentati da associazioni o forme collettive (punto 22).
Certo sarebbe interessante, adesso, condividere con voi queste considerazioni ed approfondire l’analisi.

Piano Energetico Ambientale Regione Siciliana (PEARS): pubblichiamo la delibera di giunta

E’ stato approvato, ieri, dalla giunta regionale il Piano Energetico Ambientale Regione Siciliana (PEARS), lo strumento cardine per ogni previsione economica, finanziaria e produttiva del settore energetico e della intera filiera in Sicilia. Strumento che arriva in ritardo e che speriamo sia operativo al più presto. Stiamo analizzando i dettagli e posteremo quanto prima le nostre considerazioni.

Aggiornamento 6 febbraio ore 11.30 Pubblichiamo la delibera da parte della Giunta Regionale di Approvazione del PEARS, non prima di avervi però sintetizzato alcuni aspetti.
All’interno del Pears (Piano Energetico Ambientale Regione Siciliana), ruolo primario e’ stato attribuito allo sviluppo delle fonti rinnovabili ed alla promozione del risparmio energetico in tutti i settori: la diversificazione delle fonti energetiche; la promozione di filiere produttive di tecnologie innovative; la promozione di clean technologies nelle industrie ad elevata intensita’ energetica; la valorizzazione delle risorse endogene; il potenziamento e l’ambientalizzazione delle infrastrutture energetiche; il completamento della rete metanifera, e il potenziamento dell’idrogeno. Continua a leggere

Solarexpo di Verona: venerdì mattina

III° appuntamento con le notizie fresche fresche dal SOLAREXPO di Verona inviateci da Angelo Badalamenti.

“… Workshop dei soci del kyoto club. Il coordinatore dell’incotro di lavoro é stato l’ing. Gamberale. Il tavolo di lavoro aveva  lo scopo di analizzare gli aspetti critici delle rinnovabili relativamente alle problematche di diffusione e di realizzazione scaturite dalla mancata attuazione della finanziaria 2008. Finanziari che prevede alcune misure interessanti sulle rinnovabili, ma, é monca dei necessari decreti attuativi e esplicativi. Proprio a causa di questa vacazio normativa/attuativa il kyoto club, con oggi, ha iniziato, utilizzando i propri soci e le loro esperienze, la redazione di linee guida che verranno presentate ai ministri del nuovo governo per coem ausilio al lavoro da svolgere, dato che al momento, sembra, che il cruppo dei tecnici del ministero non sono stati incaricati di regigere un piano attuativo per le rinnovabili. Come per tutti i mercati economici,  la stabilita’ di governo permette il consolidamento degli investimenti industriali.
Continua a leggere

Solarexpo di Verona: giovedi pomeriggio

Il nostro Angelo Badalamenti ci ha inviato il secondo messagio da Verona a conclusione degli incontri a cui abbiamo partecipato dalla fiera nel pomeriggio. Lo postiamo, sperando che venerdi ci informi nuovamente.
“… dai convengni pomeriadiani sul tema innovazione industria fv italiana, dove tra gli altri hanno partecipato l’ing. Pistorio (caput in pensione di st microelectronics ), come coordinatore volontario del gruppo di studio che ha redatto le linee guida di Industria 2015 e Silvestristri (consulente scentifico del Kyoto club ) … ho partecipato più a relazioni di silvestrini che alle lezione di inglese a scuola.
Come  dicevo INNOVAZIONE INDUSTRIALE DEL FV IN ITALIA. Continua a leggere