La lettura del Contatore ENEL nello “scambio sul posto”

Per informare i nostri clienti del fotovoltaico su come leggere correttamente il lettore ENEL nello scambio sul posto, abbiamo preparato una piccola guida di seguito riportata. Naturalmente si tratta di una guida puramente indicativa, eventuali maggiori dettagli o aggiornamenti sono disponibili sul sito di ENEL.

Iniziamo dicendo che, fondamentalmente, sia che si tratti di un contatore per piccole utenza monofase, sia che si tratti di un cantatore aziendale, per utenze trifase, poco cambia; tranne nel fatto che sul trifase si leggerà anche la cosiddetta “energia reattiva“, che gli utenti (attività produttive) pagano come una sovrattassa.
Premendo l’apposito pulsante di lettura, i primi dati che spuntano sono il “numero cliente” e la fascia oraria in atto (le caratteristiche del mio contratto). Continuando con il pulsante arriveranno, in ordine: Continua a leggere

Annunci

S.O.S. sole: conto energia, scambio, monetizzazione. Alcune risposte

Approfitto del commento lasciato da un nostro lettore Magonicola al post su un approfondimento del Conto Energia (vedi qui), per verificare con voi il risultato opertivo del nostro servizio appena avviato S.O.S. Sole. Magonicola ha fatto un bel po’ di domande e quindi era normale prendersi il giusto tempo prima di rispondere. Di seguito troverete sia  le domande che le risposte che il nostro ufficio tecnico ha elaborato ad hoc. Spero che siano chiare ed esaustive ed eventualmente avete altre perplessità commentate e vi risponderemo Continua a leggere

Conguaglio del contributo in conto Scambio sul Posto per il 2009

Oggi è stata avviata sul Portale Applicativo GSE , alla sezione SSP, la pubblicazione dei corrispettivi inerenti il conguaglio tra il contributo in conto scambio maturato per l’anno 2009 e i contributi riconosciuti in acconto nel corso del medesimo anno.
La comunicazione avverrà tramite @mail con le istruzioni sui tempi e modalità di riscossione.
Ricordiamo, altresi, che potrebbe anche capitare l’impossibilità di procedere al calcolo a causa della mancata trasmissione delle misure da parte dei gestori di rete e/o dei dati di fornitura da parte delle imprese di vendita. In questo caso verrà data ulteriore comunicazione all’utente e successivamente, quando verranno inviate o rettificate le misurazioni,  il GSE provvederà ad effettuare un nuovo ricalcolo del conguaglio.

Noi stiamo avvisando i nostri clienti

Un errore grossolano nella decima guida del Sistema Servizi CGIL dedicata alle rinnovabili

Ho in mano la decima guida del Sistema Servizi preparate dalla CGIL, (veicolata con il Venerdì di Repubblica qui in Sicilia ed ovviamente senza nessuna colpa specifica, lo diciamo sole per correttezza di informazione) dedicata al risparmio energetico. Ha un sottotitolo esplicativo “Risparmiare energia e soldi e respirare aria pulita“.
Iniziativa, argomento a trattazione interessante, ma a pagina 34 nel Capitolo 5 “Incentivi per il fotovoltaico, solare termico, minieolico e biomasse” leggo alcune cose che mi fanno sobbalzare dalla sedia perchè azzerano un anno di comunicazione, informazioni, fiere, convegni, brochure, parole e denaro di un’azienda (ma anche di altre imprese colleghe).
Tutto nasce l’addove si dice (capoverso terzo della pagina 34): “L’utente, ove producesse molta più energia di quella consumata, per impianti di potenza minore di 200 kW, può optare per lo scambio sul posto, norma in base alla quale, l’energia eccedente viene archiviata e messa a sua disposizione perchè la possa consumare entro i 3 anni successivi.

Ma quando mai!  Continua a leggere

Conto Energia, scambio sul posto: liquidazione annuale o gestione a credito

Il GSE comunica che è possibile, sulla base delle recenti modifiche al testo che regolamenta il cosiddetto scambio sul posto, la liquidazione annuale delle eventuali eccedenze (energia immessa in rete in quanto non consumata). Tale modifica stabilisce che “Il soggetto che intende avvalersi dello scambio sul posto indica se intende optare per la gestione a credito per gli anni successivi ovvero per la liquidazione annuale delle eventuali eccedenze”.

Per tale motivo, nel portale del GSE relativo allo scambio sul posto e  sull’applicazione SSP (Gestione convenzioni > Convenzioni esistenti > Liquidazione eccedenze) è disponibile la funzionalità attraverso la quale gli utenti dello scambio possono richiedere la liquidazione economica del credito accumulato nel corso del 2009, comprensivo dell’eventuale credito riportato dagli anni precedenti.

Per ulteriori informazioni il link al sito del GSE alla pagina dedicata

Tariffa Bioraria ENEL e Fotovoltaico. Maggiore convenienza

In pratica con l’entrata a regime della tariffa bioraria (quasi obbligatoria e lo vedremo tra poco) da parte dell’ENEL, un impianto fotovoltaico vede aumentata la sua convenienza in relazione alla possibilità del contributo in Conto Energia nella forma “Scambio sul posto”.

Il sistema biorario prevede prezzi dell’energia elettrica più alti dalle 8 alle 19 e minori di sera (dalle 19 alle 8 del mattino) e nei fine settimana. Come dicevamo, tale tariffa è in pratica obbligatoria, perchè, tutti coloro che non sono passati al mercato libero dell’energia, da adesso passeranno alla bioraria. Questo vale per quasi tutti gli utenti, dal momento che il 94% delle famiglie italiane usufruisce ancora del cosiddetto “Servizio a maggior tutela“, ossia quello per cui è garantita la fornitura di energia a prezzi stabiliti dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (Aeeg). Ed è proprio una delibera dell’Aeeg a stabilire il passaggio obbligato alla bolletta bioraria, con costi maggiori di giorno e minori di sera e nei fine settimana.

Questo comporta che nei momenti di luce maggiore (SOLE) lo scambio avviene nella fascia più vantaggiosa per chi scambia, cioè a dire per chi produce dal fotovoltaico e non consuma tutto , mentre  se consuma per intero la produzione, il vantaggio è maggiore perchè quello che sta producendo in quel momento vale di più.

E che volete di più … un impianto fotovoltaico.

Alcune risposte del GSE

Alcune settimane fà abbiamo impacchettato una bella mail con alcune domande, ben poste, scritte in un italiano conosciuto e interessanti per gli argomenti trattati. L’argomento centrale era ovviamente la modifica della disciplina dello scambio sul posto. Dalle domande sono scaturite delle risposte esaurienti tranne alcune assolutamente non date. Il GSE ha confermato quanto detto nel comunicato del 1 dicembre. Per chi è interessato alla integrale versione del GSE inviataci, lasciate un commento a questo post e vi invieremo il tutto.